Sistema abitativo Biohabitat

La qualità dell’aria interna degli edifici sta assumendo negli ultimi tempi importanza sempre più rilevante. Infatti la sigillatura degli edifici se da un lato ha consentito ad aumentare l’efficienza energetica ha però peggiorato la qualità dell’aria interna. Nelle abitazioni, infatti, i materiali e i prodotti utilizzati in edilizia possono emettere composti altamente tossici e dannosi per la salute che fanno si che la qualità dell’aria interna risulti inaccettabile.

Edifici “chiavi in mano”
La scelta dei materiali che vengono utilizzati è quindi fondamentale per la salubrità delle abitazioni. Per questo motivo Biohabitat ha recentemente ampliato la propria offerta di prodotti, affiancando alla fornitura e posa in opera di strutture realizzate con le pareti in legno massiccio senza colle, la fornitura di edifici “chiavi in mano”. Questa scelta permette di offrire ai clienti il connubio ideale tra struttura, impiantistica e finiture con l’obiettivo di realizzare case sane e confortevoli.

Il ruolo importante dei materiali
Questa nuova proposta di Biohabitat è basata sul concetto che ogni elemento costruttivo dell’abitazione deve collaborare al buon funzionamento e alla salubrità dell’edificio.
Per tale motivo tutti i materiali utilizzati, oltre ad essere certificati basso emissivi, hanno caratteristiche che li rendono adatti a svolgere specifiche funzioni all’interno delle abitazioni, funzioni che, pertanto, non è previsto siano demandate a macchinari.

Il Sistema Biohabitat sfrutta le caratteristiche dei materiali naturali per garantire, oltre all’efficienza energetica, il controllo dell’umidità e l’abbattimento dell’inquinamento interno. In particolare le pareti in legno massiccio prive di colle e dotate di notevole massa garantiscono elevata traspirabilità con minima dispersione di calore, mantenendo all’interno dell’abitazione un rapporto ottimale tra umidità e temperatura.

Impianti e finiture
L’impianto di riscaldamento e raffrescamento è “a parete” e costituito da sistemi di serpentine di rame annegate in intonaco di argilla applicato a parete. Le serpentine sono alimentate ad acqua la cui temperatura invernale ed estiva è regolata da una pompa di calore.

L’argilla, oltre ad essere un materiale naturale, completamente atossico, ha proprietà termiche e igroscopiche che la rendono adatta ad essere utilizzata nei sistemi di riscaldamento: è in grado infatti di accumulare calore e rilasciarlo lentamente nell’ambiente, riducendo in tal modo i consumi, e di assorbire l’umidità. Grazie a questa caratteristica, l’impianto installato non ha necessità di essere affiancato da un deumidificatore.

Oltre a ciò per i rivestimenti e le finiture vengono utilizzati materiali cosiddetti attivi perché contribuiscono a purificare l’aria interna assorbendo e neutralizzando le sostanze inquinanti (in modo particolare la formaldeide).

GALLERY

ALTRE VETRINE

CATALOGHI

Biohabitat

HIGHLIGHTS

Arkitecture ADV 03 - 300x250
Arkitecture ADV Progettista - 300x250